Esteri

Neil Armstrong, l’accordo segreto da 6 milioni sulla sua morte

La famiglia contestò una cura post operatoria sbagliata e l'ospedale pagò

Pochi giorni dopo il 50/mo anniversario dell’allunaggio, il New York Times svela un accordo, finora rimasto segreto, sulla morte di Neil Armstrong. Per chiudere e mantenere segreta la controversia sulla morte del primo uomo a mettere piede sulla Luna fu firmato un accordo segreto da sei milioni di dollari. Armstrong è morto nel 2012 a 82 anni dopo una operazione al cuore.

Secondo il quotidiano, i due figli del cosmonauta contestarono che loro padre era morto per un trattamento post chirurgico incompetente al Mercy Health-Fairfile Hospital, dopo che le infermiere rimossero i fili per un pacemaker temporaneo, che avrebbe causato una emorragia nella membrana che circonda il cuore. L’ospedale difese il trattamento ma preferì pagare 6 milioni di dollari per sistemare la questione ed evitare una pubblicità devastante, con l’associazione alla morte di un eroe americano.

Tags

Articoli correlati