Esteri

Naufragio in Libia, su 250 migranti più di 100 sono dispersi in mare

Un'altra ecatombe nel Mediterraneo, la ricostruzione dell'accaduto

Potrebbero essere 150 i morti del naufragio avvenuto al largo delle coste di Al Khoms, in Libia. Lo scrive su Twitter il portavoce dell’Unchr per l’Africa e il Mediterraneo/Libia, mentre la Marina libica dichiara che potrebbero essere 115 i migranti dispersi. Le persone a bordo dell’imbarcazione affondata erano 250 e ne sono state salvate 134 dalla Guardia Costiera libica, principalmente provenienti da paesi arabi e africani. Una è deceduta senza che i soccorritori potessero intervenire.

“I nostri team in Libia stanno assistendo 135 sopravvissuti del naufragio avvenuto oggi al largo di Khoms, a est di Tripoli. Sono stati salvati da dei pescherecci e i testimoni oculari parlano di almeno 70 corpi in acqua” si legge in un tweet di Medici Senza Frontiere (Msf). Julien Raickman, capomissione di Msf in Libia, parla di “oltre 100 dispersi, di cui molti potrebbero essere annegati, stando alle prime testimonianze dei sopravvissuti visitati da Msf”.

Tags

Articoli correlati