Esteri

Mosca, spari Kiev vicino Zaporizhzhia, colpito un tetto

ROMA, 29 AGO – Le forze ucraine stanno sparando “molto vicino” alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e i colpi hanno raggiunto il tetto di una struttura dell’impianto. A denunciarlo sono le forze russe che controllano l’area della centrale, citate da Interfax. Il bombardamento delle forze ucraine – secondo quanto affermato da Vladimir Rogov, membro dell’amministrazione della parte della provincia sotto il controllo russo, dove sorge l’impianto – ha danneggiato il tetto di un edificio della centrale dove è immagazzinato materiale radioattivo per alimentare i reattori, riferisce l’agenzia russa Ria Novosti. Il bombardamento ucraino è stato compiuto utilizzando un obice di fabbricazione americana. Ad affermarlo sono le autorità filorusse che controllano Energodar, la città in cui ha sede l’impianto, citate dalla Tass. “Formazioni delle forze armate dell’Ucraina stanno sparando oggi in modo continuo in direzione della centrale nucleare di Zaporizhzhia e degli insediamenti vicini. Un’immagine mostra un colpo d’artiglieria da 155 mm sul tetto dell’unità speciale n.1 nel territorio della centrale nucleare. Il colpo è stato sparato dalla città di Nikopol, sul lato opposto del Dnepr. Per il bombardamento è stato usato un obice M777 fabbricato negli Stati Uniti”, affermano le autorità filorusse. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati