Esteri

Migranti: non ha protetto un minore, Francia condannata

La Francia non ha protetto un bambino di 11 anni e gli ha riservato un "trattamento degradante": la condanna di Strasburgo

Migranti, la Corte europea dei diritti umani ha condannato la Francia per aver lasciato un bambino afghano di 11 anni nella bidonville di Calais. La Francia è accusata di non aver protetto il minore non accompagnato, che è rimasto nella bidonville per almeno sei mesi e ha subito un “trattamento degradante”.
Secondo la sentenza della Corte di Strasburgo, le autorità francesi non hanno fatto il necessario per farsi carico del “minore straniero non accompagnato”.

Tags

Articoli correlati