Esteri

Migranti, in calo le morti nel Mediterraneo

Da inizio 2019 quasi la metà di vittime in meno rispetto al 2018

Rispetto all’anno scorso si sono dimezzate le morti di migranti nel Mediterraneo. Almeno 683 migranti e rifugiati sono morti dall’inizio dell’anno mentre tentavano di giungere in Europa via mare. Il dato – ha riferito oggi a Ginevra l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim)- è pari a circa il 47% dei 1.449 decessi registrati nello stesso periodo dell’anno scorso.

In calo anche gli arrivi: l’Oim segnala infatti che 34.226 migranti e rifugiati sono entrati in Europa via mare dall’inizio del 2019 al 17 luglio scorso, con una diminuzione del 34 % rispetto ai 51.782 giunti per lo stesso periodo del 2018. La stragrande maggioranza dei migranti sono approdati in Grecia (16.292) e in Spagna (12.064). In Italia è stato registrato l’arrivo via mare di 3.186 migranti e rifugiati. Durante lo stesso periodo, 4.023 migranti o rifugiati sono stati rimandati in Libia dopo essere stati intercettati sulla rotta del Mediterraneo centrale.

Tags

Articoli correlati