CronacaEsteri

Messico, strage di mormoni. Tra le vittime molti bambini

Uccisi da cartelli della droga, alcuni bruciati vivi

Una decina di mormoni statunitensi, tra cui almeno 4 bambini, due gemelli neonati di sei mesi e le loro madri, sono stati uccisi in Messico in una imboscata da colpi d’arma da fuoco. Alcuni sono stati bruciati vivi. Lo riferiscono i media internazionali. La polizia locale ritiene che la strage sia opera dei cartelli della droga. Il gruppo viaggiava in un convoglio di automezzi quando è stato colto in una imboscata da uomini armati che hanno sparato e dato fuoco alla vettura. Il massacro – secondo quanto riferito da un leader della comunità familiare di una vittima – è avvenuto a Rancho de la Mora, al confine tra gli Stati di Chihuahua e Sonora, vicino al confine con gli Stati Uniti, in una zona infestata da trafficanti di droga e banditi di ogni genere. Incerto il numero delle vittime. Secondo alcuni media sarebbero almeno 9, per altri oltre una decina, tutti appartenenti alla folta comunità mormone e tutti di origine statunitense. Alcuni sono riusciti a scappare, altri sono ancora dispersi.

Tags

Articoli correlati