Esteri

Media, cellulari di reporter e attivisti spiati da governi

NEW YORK, 18 LUG – Diversi governi ‘autoritari’ hanno usato un software israeliano per spiare i cellulari di giornalisti, attivisti e manager nel mondo. E’ quanto emerge dai leak di un’indagine condotta dal Washington Post e altre 16 testate internazionali. Il software, venduto dall’israeliana NSO Group e chiamato Pegasus, è nato per consentire ai governi di seguire terroristi e criminali. Tra i governi che l’hanno usato per spiare ci sarebbe – scrive il Wp – anche quello di Victor Orban. E dalle carte emergerebbe che nel mirino siano finite anche persone vicine a Jamal Khashoggi, il reporter saudita ucciso. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati