Esteri

Maltempo: almeno 31 morti in Belgio, 163 i dispersi

BRUXELLES, 18 LUG – Sono almeno 31 le vittime del maltempo in Belgio, secondo l’ultimo bilancio ufficiale diffuso questa sera, e altre 163 persone risultano disperse, contro le 103 contate ieri. Le autorità hanno comunque annunciato la fine delle grandi operazioni di soccorso, anche se le ricerche dei dispersi proseguono a livello locale. “Il pericolo non è più imminente nelle aree colpite. Le operazioni di soccorso sono terminate, ma le operazioni di ricerca sono ancora in corso in diverse aree”, ha dichiarato l’unità di crisi belga. “Ora è il momento della bonifica delle aree disastrate e della stima dei danni materiali”, ha affermato la stessa fonte. Nelle zone colpite, principalmente nel sud e nell’est del Paese, gli agenti di polizia stanno bussando casa per casa alla ricerca dei possibili vittime rimaste intrappolate. “Molte persone non riescono a comunicare perchè hanno perso il telefono o non possono ricaricarlo, altre sono state portate in ospedale senza documenti d’identità”; ma l’ansia cresce con il passare delle ore. Il tempo è migliorato e il livello dei fiumi è rientrato, rivelando paesaggi desolati. A Pepinster, il comune più colpito del Paese, più di mille persone hanno dovuto lasciare le proprie case. Secondo le autorità, domenica poco più di 37.000 famiglie erano ancora senza elettricità e 3.600 erano senza gas. Il 45% delle linee ferroviarie a lunga percorrenza è stato interessato da interruzioni del traffico fino a stasera, secondo il gestore della rete Infrabel. Su “molte tratte, ci sono ancora importanti lavori in corso o in programma”, ha detto ad Afp una portavoce, Jessica Nibelle, citando ad esempio un ponte crollato con 6 chilometri di binari da rifare completamente. Le linee principali tra Charleroi, Namur e Liegi riapriranno lunedì, mentre è stato diffuso un appello a non recarsi nelle province colpite, dove molte strade sono ancora allagate o franate. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati