Esteri

Malta, due militari sospettati di aver ucciso un migrante

Sarebbe stato ucciso solo perché nero

A Malta due militari sono i presunti autori di un omicidio a sfondo razziale compiuto il 6 aprile, quando un migrante venne ucciso a colpi d’arma da fuoco esplosi da un auto e due altri rimasero feriti.
Stamattina è stato arrestato uno dei due militari, mentre l’altro è ancora latitante. I fatti sono stati resi noti dal Times of Malta, che ha specificato che l’uomo arrestato avrebbe ammesso che il brutale attacco, nei pressi del principale centro di raccolta di rifugiati, era rivolto ai migranti «solo perché erano neri».

Tags

Articoli correlati