Esteri

Liverpool: si allontana l’ipotesi di una matrice ideologica

LONDRA, 17 NOV – Si allontana l’ipotesi di una matrice ideologica dietro l’attentato compiuto domenica a Liverpool da Emad Al Swealmeen, 32enne rifugiato nel Regno Unito d’origini mediorientali, l’unico a perdere la vita nell’esplosione a bordo di un taxi dell’ordigno da lui fabbricato. Lo sostiene il Guardian citando fonti vicine alle indagini: alla base dell’attacco potrebbe non esserci un contesto terroristico propriamente detto almeno riguardo al movente. Inoltre si era inizialmente pensato che l’obiettivo dell’attentatore potesse essere, nel giorno del Remembrance Day, la cerimonia a ricordo dei caduti britannici che si stava svolgendo nella cattedrale anglicana della città inglese, a 10-15 minuti a piedi dal Liverpool Women’s Hospital dove è avvenuto il fatto. Ma gli investigatori dell’anti-terrorismo sono invece sempre più inclini all’idea che proprio il centro di maternità fosse il bersaglio designato di Swealmeen, afflitto in passato da disturbi mentali e a cui era stato negato l’asilo come status formale dalle autorità britanniche. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati