Esteri

Libia, sono 9.500 le persone sfollate dall’inizio degli scontri

L'Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari comunica inoltre che solo nelle ultime 24 ore sono 3.500 gli sfollati

Libia – Sono almeno 9.500 le persone che sono state costrette a fuggire dalle proprie abitazioni in seguito agli scontri armati scoppiati a Tripoli e dintorni. Lo scrive l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha), sottolineando che solo nelle ultime 24 ore sono 3.500 gli sfollati.

“La comunità umanitaria rimane gravemente preoccupata per la sicurezza e la sicurezza dei civili bloccati nelle aree colpite dal conflitto alla periferia di Tripoli”, si legge nella nota, nella quale si segnala che “le richiesta di evacuazione in zone più sicure a Tripoli di almeno 3.250 persone non hanno potuto ricevere risposta. Ciò significa che 9 famiglie su 10 che hanno chiesto di essere evacuate non possono essere raggiunte”.

Tags

Articoli correlati