Esteri

Kiev, missili russi su centrale nucleare Pivdennoukrainsk

ROMA, 19 SET – “Poco dopo la mezzanotte l’esercito russo ha lanciato un attacco missilistico sulla zona industriale della centrale nucleare ucraina di Pivdennoukrainsk, nella regione meridionale di Mykolaiv. La potente esplosione è avvenuta a soli 300 metri dai reattori”. Lo ha dichiarato in una nota la compagnia nucleare statale ucraina Energoatom, riportata da Espreso Tv. “L’onda d’urto ha danneggiato gli edifici della centrale. Sono state scollegate anche tre linee elettriche ad alta tensione – ha affermato Energoatom – attualmente tutte e tre le unità di potenza della centrale funzionano normalmente. Non ci sono vittime tra il personale”. Nelle prime ore del mattino otto missili sono stati lanciati su Zaporizhzhia, città dell’Ucraina sud-orientale dove si trova il sito della più grande centrale nucleare d’Europa. Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale Oleksandr Starukh sui social: “Secondo le prime informazioni uno dei razzi ha colpito il centro regionale di Zaporizhzhia vicino al fiume Dnipro. Non ci sono ancora informazioni di eventuali vittime o feriti”, ha scritto. Lo riportano i media ucraini. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati