Esteri

Johnson, ignobile colpire l’ospedale di Mariupol in Ucraina

LONDRA, 09 MAR – Ci sono “poche cose più ignobili che prendere di mira i vulnerabili e gli indifesi”. Così il premier britannico Boris Johnson ha condannato con forza la notizia della distruzione in un raid russo di un ospedale a Mariupol, nel sud dell’Ucraina, con reparti di maternità e pediatrici. “Il Regno Unito sta valutando un maggiore sostegno all’Ucraina per difendersi dagli attacchi aerei e Putin dovrà rendere conto per i suoi terribili crimini”. Secondo il governatore della regione di Donetsk, Pavlo Kyrylenko sono almeno 17 le persone rimaste ferite nel bombardamento russo dei reparti di maternità e pediatrico dell’ospedale. Kyrylenko ha precisato che tra queste ci sono donne in travaglio e il raid ha violato il cessate il fuoco per i corridoi umanitari. Su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, pubblicando un video della distruzione provocata dal raid russo denunciato da Kiev su un nosocomio di Mariupol ha scritto: “Mariupol. Attacco diretto delle truppe russe all’ospedale di maternità. Persone e bambini sono sotto le macerie. Bambini sotto le macerie. Che atrocità! Per quanto ancora il mondo sarà complice ignorando il terrore? Chiudete i cieli adesso! Fermate le uccisioni! Avete il potere di farlo ma sembra che stiate perdendo l’umanità”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati