Esteri

Italia-Libano: comandante Unifil visita base italiana

(ANSAMed) – BEIRUT, 30 MAR – A un mese dalla sua nomina quale capo della missione e comandante di Unifil, il contingente Onu schierato nel sud del Libano a ridosso della Linea Blu di demarcazione con Israele, il generale spagnolo Aroldo Lazaro, ha visitato oggi, per la prima volta dal suo insediamento, la base “Millevoi”, sede del comando del Settore ovest dell’area di responsabilità di Unifil e quartier generale del contingente italiano in Libano. Lo riferisce oggi un comunicato del comando di Unifil con sede a Naqura, località costiera libanese a ridosso della Linea Blu. Ad accogliere il comandante di Unifil è stato il generale Massimiliano Stecca, comandante del Settore ovest, che ha illustrato al generale Lazaro, tutte le attività in corso, aggiornandolo sulla situazione operativa e logistica del settore a guida italiana. Durante il saluto ai caschi blu del Settore ovest, il comandante di Unifil ha voluto esprimere la sua soddisfazione e il ringraziamento per il lavoro svolto, con particolare riferimento all’applicazione della Risoluzione n.1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Il generale Lazaro ha preso il posto alla fine di febbraio scorso del generale italiano Stefano Del Col, rimasto a capo di Unifil per più di tre anni e mezzo. La missione Italiana in Libano è attualmente a guida Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, al suo sesto mandato nel paese mediorientale. Nel Settore ovest operano 3.800 caschi blu di 16 paesi diversi. L’intera missione Unifil comprende militari di 46 paesi differenti. Sono circa mille i soldati italiani che partecipano a Unifil. (ANSAMed).
(ANSA)

Articoli correlati