Esteri

Israele: ultimi sondaggi prima del voto, ancora stallo

TEL AVIV, 19 MAR – Nonostante il Likud di Benyamin Netanyahu sia in risalita, gli ultimi sondaggi pubblicabili prima del voto di martedì prossimo 23 marzo, danno un sostanziale stallo tra i due blocchi: quello pro premier e quello contro. Gli scenari possibili del post voto dipenderanno – secondo le attuali proiezioni virtuali -, soprattutto dalle scelte della destra di Naftali Bennett e del piccolo partito scissionista di Mansur Abbas. Se le proporzioni saranno confermate dalle urne, i possibili scenari sono tre: un governo di Benyamin Netanyahu a trazione totale di destra con i religiosi; un esecutivo misto destra e centro sinistra guidato ancora non si sa da chi; quinte elezioni questa estate. Il sondaggio pubblicato oggi dal quotidiano Maariv assegna al fronte Netanyahu 49 seggi (con il Likud in risalita a 30) e 57 a quello anti premier rendendo decisivi Bennett con 10 seggi e Mansur con 4. Se entrambi andassero – ma non è detto – con Netanyahu, questi avrebbe 63 seggi (rpt. 63) , ovvero 2 (rpt. 2) in più della maggioranza di 61 su 120 alla Knesset e formerebbe il governo. Se invece Bennett optasse per il fronte anti premier, questo passerebbe a 67: una maggioranza di altri tempi nel panorama politico israeliano odierno. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati