Esteri

Israele-Palestina, interviene l’Onu: Israele fermi le violenze dei coloni

Ieri alcuni coloni israeliani hanno ucciso un palestinese

La tensione tra Israele e i palestinesi resta alta: ieri in Cisgiordania è morto un uomo palestinese, ucciso da alcuni coloni israeliani.
La vittima è stata identificata in Hamdi Nassan, 38 anni, padre di quattro figli. I suoi funerali si sono svolti stamane, alla presenza di esponenti di al-Fatah.
La dinamica dell’incidente non è chiara, perché i coloni e gli abitanti palestinesi del villaggio hanno fornito versioni discordanti sull’accaduto. I coloni israeliani sostengono che alcuni di loro siano caduti “in un’imboscata” nei pressi del villaggio e che si siano difesi temendo per la propria vita. Secondo quanto riportato dagli abitanti palestinesi del villaggio, invece, i coloni israeliani avrebbero aperto il fuoco per terrorizzare i contadini: avrebbero ucciso Hamdi Nassan e ferito altri 15 palestinesi. Hanan Ashrawi, parlando a nome del consiglio esecutivo dell’Olp, ha accusato il governo israeliano di essere responsabile del “terrorismo dei coloni”.

Oggi è intervenuto l’emissario delle Nazioni Unite per il Vicino Oriente, Nickolay Mladenov, che su Twitter ha descritto l’episodio come scioccante e inaccettabile. “Israele deve porre fine alla violenza dei coloni e portare i responsabili di fronte alla giustizia. I miei pensieri e le mie preghiere vanno alla famiglia dell’uomo palestinese ucciso e ai feriti”.
“Tutti devono condannare la violenza e resistere al terrore”, ha concluso.

Tags

Articoli correlati