Esteri

Israele: Bennett, piano per raddoppiare abitanti del Golan

TEL AVIV, 24 DIC – Il governo israeliano ha messo a punto un progetto ambizioso per l’estensione della presenza ebraica nelle alture del Golan e si appresta ad approvarlo domenica in una seduta straordinaria del governo. “Si tratta non solo di progetti pratici – ha affermato il premier, Naftali Bennett – ma c’è anche un elemento dichiarativo importante. Il Golan non è più in discussione. In Israele c’è un consenso che va dalla destra alla sinistra, ossia che il Golan è nostro”. Il quotidiano Israel ha-Yom ha anticipato che Israele progetta di raddoppiare la popolazione ebraica del Golan con l’aggiunta di 23 mila persone. Il progetto include la costruzione di due nuovi insediamenti, Assif e Meitar, ciascuno dei quali avrà 2.000 alloggi. Ingenti fondi saranno inoltre investiti per fare del Golan “il centro principale di energia ‘verde’ in Israele”. “Vogliamo trasformare il Golan – ha spiegato Bennett al giornale – in una zona dinamica e prosperosa, che attragga le giovani coppie”. Israele ha occupato il Golan nella guerra dei sei giorni (1967) e nel 1981 vi ha esteso a propria legislazione. Nel 2019 gli Usa hanno riconosciuto il Golan quale parte integrante di Israele. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati