Esteri

Israele: avvocati Netanyahu, accuse ‘inventate’ per premier

TEL AVIV, 30 NOV – Le accuse di corruzione, frode e abuso di potere contro Benyamin Netanyahu avanzate dagli inquirenti sono “inventate” e per questo il caso va chiuso. Questa la tesi degli avvocati del premier contenuta nelle circa 200 pagine a difesa presentate al Tribunale di Gerusalemme, depositario del giudizio. I legali hanno sostenuto che la polizia ha usato “metodi illegittimi” per garantire le prove e per questo hanno chiesto al Tribunale di respingere il caso. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati