Esteri

Iran: giudici, subito pene deterrenti per i manifestanti

ROMA, 29 DIC – Il capo della magistratura iraniana Gholamhossein Mohseni Ajeei ha chiesto oggi nel corso della riunione del Consiglio supremo “punizioni deterrenti” il prima possibile per i manifestanti arrestati durante le proteste, come riferisce la Bbc. “I colleghi magistrati dovrebbero agire quanto prima per cercare di punire gli elementi che causano disordini”, ha affermato. “Ho ordinato al primo deputato della magistratura e al procuratore generale del Paese di seguire quotidianamente il processo di completamento dei casi dei principali indagati per le rivolte”, ha aggiunto. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati