Esteri

Iran, continuano le proteste: le minacce della polizia

Negli ultimi due giorni diverse persone sono state uccise negli scontri

Dopo le manifestazioni che negli ultimi due giorni sono degenerate in violenti scontri in Iran, la polizia ha lanciato un monito a coloro che «creano insicurezza e disordine». Un numero imprecisato di persone sono morte nei disordini, sorti dalle proteste contro il razionamento e il rincaro dei prezzi della benzina.
Il portavoce della polizia ha detto che verranno identificati e affrontati «con decisione i provocatori e i capi dei disordini».

La Guida suprema iraniana, Ali Khamenei, ha manifestato intanto il suo appoggio alla decisione governativa di razionare e aumentare i prezzi della benzina. In un discorso riferito dalla tv di Stato, Khamenei ha anche accusato quelli che ha definito dei «banditi» di avere provocato gli incidenti avvenuti durante le proteste di piazza.

Tags

Articoli correlati