EsteriPrimo Piano

Impeachment contro Trump: «tradita la sicurezza nazionale»

L'annuncio ufficiale della richiesta di impeachment per Trump è stato dato dalla dem Nancy Pelosi dopo lo scandalo Ucraina

Non ha usato mezzi termini la speaker democratica della Camera Nancy Pelosi, che ha annunciato l’avvio di una richiesta formale di impeachment per il presidente Donald Trump per lo scandalo Ucraina.

«Le azioni del presidente hanno violato la costituzione», accusa Nancy Pelosi: «deve essere ritenuto responsabile» per il «suo tradimento alla sicurezza nazionale e all’integrità delle nostre elezioni». Parole che pesano come macigni e annunciano quella che si profila come una vera e propria bomba lanciata sulla campagna elettorali per le elezioni presidenziali del 2020.
Ora però la partita si fa difficile anche per i democratici: i ben informati sostengono che Trump sia convinto che la scelta dell’inchiesta sull’impeachment potrebbe invece avvantaggiarlo, portando la campagna elettorale su di un terreno a lui più congeniale e finendo per danneggiare i suoi avversari. la stessa Nancy Pelosi è sempre stata riluttante all’idea di mettere il presidente sotto accusa, proprio per queste ragioni, ma ora, di fronte al caso Ucraina e all’ammissione del tycoon di aver fatto pressioni su Kiev per indagare il figlio di Joe Biden, la senatrice non ha ha avuto più scelta.

Trump viene accusato di aver cercato di “arruolare” un governo straniero al fine di ricevere un aiuto politico utile alla sua rielezione: quello di colpire il suo più probabile avversario alle urne, l’ex vicepresidente Biden appunto. Non solo: Trump è accusato anche di non aver voluto collaborare con il Congresso che chiedeva chiarezza sulla famigerata telefonata del 24 luglio scorso al leader ucraino Voldymyr Zelensky, quando almeno otto volte avrebbe chiesto di indagare per corruzione sulla società nel cui board sedeva il figlio dell’ex braccio dell’ex numero due dell’amministrazione Obama.

 

Tags

Articoli correlati