Esteri

Hong Kong: uova contro la polizia, condannato a 21 mesi

ROMA, 27 NOV – Un giovane di 31 anni è stato condannato a 21 mesi di reclusione da un tribunale di Hong Kong per aver lanciato uova contro una stazione di polizia nell’ultima, in ordine di tempo, pesante pena emessa da una corte mentre le autorità si muovono per reprimere il dissenso politico nel territorio cinese. Nel pronunciare la condanna, il magistrato Winnie Lau ha affermato che mentre “un uovo non è un’arma di distruzione di massa”, il lancio di tali oggetti in una stazione di polizia ha provocato “malcontento” con le forze dell’ordine, minato le azioni degli agenti e messo la società in pericolo, secondo l’emittente pubblica RTHK. Il caso di Pun Ho-chiu, riferisce la Cnn, arriva mentre i tribunali devono affrontare un arretrato di migliaia di arresti legati ai disordini politici dello scorso anno, durante i quali Hong Kong è stata scossa per mesi da proteste antigovernative sempre più violente. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati