Esteri

Hong Kong: rimossi altri due monumenti per piazza Tienanmen

HONG KONG, 24 DIC – Altre due opere commemorative della repressione di piazza Tienanmen sono state rimosse la scorsa notte a Hong Kong da altrettante università. Dopo la clamorosa rimozione della scultura donata all’ateneo Hku nel 1997 dallo scultore danese Jens Galschiot, è stata portata via dal campus della Università cinese di Hong Kong (Cuhk) la statua della “Dea della Democrazia”, copia di sei metri della figura allegorica eretta nella stessa piazza Tienanmen di Pechino durante la protesta pro-democrazia, prima della sanguinosa repressione del 4 giugno 1989, opera dell’artista cinese naturalizzato americano Chen Weiming, che alla notizia ha protestato sui media. Stessa sorte è toccata anche alla stele commemorativa, opera dello stesso Chen, dall’università Lingnan. Le commemorazioni di piazza Tienanmen, severamente proibite in Cina continentale, erano consentite solo a Hong Kong, prima di essere messe al bando nel giugno del 2020, ufficialmente per ragioni sanitarie, in tempi di pandemia da Covid, ma anche di pubblica sicurezza. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati