EsteriPrimo Piano

Hong Kong, proteste dopo divieto anti maschere, ferito 14enne: le ultime

Il divieto di indossare maschere durante le manifestazioni, ha scatenato nuovi scontri tra manifestanti e polizia

Hong Kong – Proseguono senza soste le proteste di Hong Kong, che fanno registrare un altro ferimento: un ragazzino di 14 anni è stato ferito nella serata di ieri da un colpo di arma da fuoco di avvertimento, sparato da un poliziotto a Yuen Long. Lo riferisce il “South China Morning”, citando fonti mediche secondo cui il ragazzo è stato trasportato dal Tuen Mun Hospital al Pok Oi Hospital. Non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto, ma in una nota la polizia ha ammesso che un suo uomo ha sparato colpi nel distretto di Yuen Long dopo un attacco da parte dei manifestanti.

Nonostante il divieto di indossare maschere durante eventi pubblici e manifestazioni, disposto dalla governatrice Carrie Lam ed entrato in vigore allo scoccare della mezzanotte, gli scontri tra polizia e manifestanti non si sono placati. Tra le strade di Hong Kong, dove i punti più caldi sono sempre stazioni e metropolitane, scontri con bastoni e lancio di lacrimogeni e molotov.

Dopo l’ennesima notte di proteste, la società che gestisce il servizio delle reti ferroviarie e metropolitane di Hong Kong, ha deciso di sospendere i trasporti.

Tags

Articoli correlati