Esteri

Hong-Kong: nuovi sit-in contro la polizia

Il ragazzo colpito ieri da un proiettile è stabile ma ancora molto grave

A Hong-Kong non si placano le proteste dopo il ferimento di Tsang Chi-kin, uno studente diciottenne, colpito ieri da un proiettile della polizia esploso ad altezza uomo. Centinaia di persone nel Central district di Hong Kong hanno manifestato nelle ultime ore esprimendo solidarietà al ragazzo. L’iniziativa, partita nella pausa pranzo, ha coinvolto molti colletti bianchi che hanno scandito lo slogan divenuto tra i più popolari: “cinque richieste, non una in meno”, in merito all’elenco di punti ancora insoddisfatti affidato alla governatrice Carrie Lam, tra cui il suffragio universale. I media statali cinesi hanno intanto difeso come “totalmente legale e appropriato” l’azione della polizia. Il ragazzo si trova ricoverato in gravi condizioni in ospedale e sarebbe stabile.

Tags

Articoli correlati