EsteriPrimo Piano

Hong Kong, le proteste sono una «sfida alla sovranità nazionale»

A dirlo è la governatrice Carrie Lam: «la violenza non risolve i problemi e chiama altra violenza»

Le proteste dei manifestanti che, nella notte, hanno visto anche atti di vandalismo contro la sede della rappresentanza di Pechino a Hong Kong, sono «una sfida alla sovranità nazionale». A dirlo è la governatrice dell’ex colonia britannica Carrie Lam, in una conferenza stampa in streaming, condannando le violenze di ieri.

Carrie Lam condanna anche gli assalti di persone sospettate di legami con l’organizzazione criminale della Triade, armate di bastoni, contro attivisti pro-democrazia alla stazione di Yuen Long. «La violenza non è la soluzione ai problemi e chiama altra violenza. Faremo le dovute indagini».

Tags

Articoli correlati