EsteriPrimo Piano

Hong Kong, la legge sull’estradizione «è morta»

A dirlo è Carrie Lam, leader di Hong Kong

Le grandi manifestazioni in cui milioni di persone hanno invaso le strade di Hong Kong, pare abbiano avuto successo. La leader di Hong Kong Carrie Lam ha detto che la controversa legge che avrebbe permesso le estradizioni nella Cina continentale «è morta». Come riporta la Bbc, Lam ha detto che il lavoro del governo sulla legge è stato «un completo fallimento». Carrie Lam non si è spinta fino a dire che la legge è definitivamente ritirata, così come richiesto a gran voce dai manifestanti. La legge dunque potrebbe restare in una sorta di limbo, fino al termine della attuale sessione legislativa.

Tags

Articoli correlati