EsteriPrimo Piano

Hong Kong: il dissidente Joshua Wong bandito dal voto

Uno dei leader delle proteste è stato squalificato perché la candidatura non rispetta i requisiti delle leggi elettorali

Joshua Wong non potrà correre alle elezioni distrettuali di Hong Kong del 24 novembre: l’ex leader del movimento degli ombrelli del 2014 e tra gli attivisti più in vista delle proteste che da quasi 5 mesi stanno scuotendo la città, è stato squalificato perché la candidatura non rispetta i requisiti delle leggi elettorali.
Il governo ha spiegato che difesa o promozione dell’autodeterminazione dell’ex colonia sono contrarie al requisito secondo cui un candidato deve sostenere la Basic Law (Costituzione locale) e esprimere lealtà a Hong Kong.

Tags

Articoli correlati