Esteri

Hong Kong, la governatrice condanna l’assalto in parlamento

Il bilancio delle tensioni di ieri è di oltre cinquanta feriti

Karrie Lam, la governatrice di Hong Kong, ha condannato l’assalto effettuato ieri dai manifestanti, che hanno fatto irruzione in parlamento durante le proteste contro la contestata legge sull’estradizione in Cina.

In una conferenza stampa nel quartier generale della polizia la governatrice ha avvertito: «Perseguiremo ogni atto illegale». Lam ha inoltre assicurato che le forze dell’ordine hanno agito con moderazione contro i manifestanti, che sono stati «estremamente violenti»,  e ha auspicato che «si torni alla normalità il prima possibile». La governatrice ha comunque riconosciuto come migliaia di manifestanti abbiano marciato in modo pacifico per esprimere il proprio dissenso.

A Hong Kong la giornata di alta tensione è culminata con l’irruzione dei manifestanti nel parlamento e le cariche della polizia per disperderli: il bilancio è di oltre cinquanta feriti. 54 persone, di cui 38 uomini e 16 donne, sono infatti state portate in ospedale: tre di loro sono in gravi condizioni.

Tags

Articoli correlati