EsteriPrimo Piano

Hong Kong, ancora proteste: obiettivo aeroporto, polizia attiva “stress test”

Le manifestazioni pro-democrazia sono arrivate al sedicesimo weekend consecutivo

Hong Kong – Non si placano le manifestazioni anti- governative e pro-democrazia a Hong Kong, giunte al sedicesimo weekend consecutivo. Anche questa domenica è stata animata da cortei, catene umane e sit-in nei centri commerciali. La polizia ha risposto con lacrimogeni, spray urticanti, proiettili di gomma e molotov.

L’obiettivo principale dei manifestati è sempre l’aeroporto internazionale, con il tentativo di bloccare alcuni collegamenti verso lo scalo: l’Hong Kong International Airport Authority ha reso noto che i treni saranno operati solo tra l’aerostazione e il terminal nel centro della città, saltando le fermate intermedie. La polizia di Hong Kong, per quanto riguarda l’aeroporto, risponde ai manifestanti con lo “stress test” sulla sicurezza dello scalo internazionale, attuato attraverso rigidi controlli sui mezzi di trasporto pubblico e dei documenti. Secondo i media locali, gli agenti hanno predisposto controlli alla fermata degli autobus verificando i flussi in entrata e in uscita.

Tags

Articoli correlati