EsteriPrimo Piano

Hong Kong, ad Halloween i manifestanti in maschera sfidano le autorità

Polizia teme scontri. Sui social invitano ad usare i volti Carrie Lam e del presidente cinese Xi Jinping

Il divieto dell’uso delle maschere a Hong Kong sfida oggi Halloween: gli attivisti anti-governativi e pro-democrazia, con la solita chiamata sui social media, stanno sollecitando la partecipazione alle manifestazioni di massa indossando maschere dei funzionari governativi, a partire dalla governatrice Carrie Lam o dal presidente cinese Xi Jinping, o altre semplicemente spaventose.

Le autorità dell’ex colonia dovranno misurarsi con una serata potenzialmente tesa a causa delle diverse iniziative maturate nel giorno della popolare ricorrenza, combinata con il bando della mascherine negli eventi pubblici introdotto questo mese per scoraggiare le azioni violente dei manifestanti con la protezione dall’anonimato. La polizia ha anticipato di non escludere la possibilità di violenti scontri, assicurando che chiunque decida di rifiutarsi di mostrare l’identità può essere multato e scontare la pena di 6 mesi di carcere. Invece, le maschere di Halloween saranno consentite “fino a quando non ci sarà violenza”. (ANSA)

 

Tags

Articoli correlati