Esteri

Guerini, Putin ha sbagliato i calcoli, ora discuta di pace

BRUXELLES, 16 MAR – “Putin ha sbagliato i suoi calcoli: voleva meno Nato e si trova più Nato, scommetteva su un’Unione europea divisa e in realtà l’Ue è più forte e più coesa. Credo che sia il momento in cui se ne deve rendere conto e si inizi a discutere per trovare una soluzione pacifica”. Lo ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini a margine della ministeriale Nato a Bruxelles. “Parlare di una no-fly zone significa parlare di un’area presidiata da aerei Nato con il rischio concreto di una spiralizzazione della situazione e di entrare direttamente in contatto con i russi. Non è questa la situazione che noi immaginiamo, credo sia troppo rischiosa”, ha aggiunto, precisando che da parte dei ministri della Difesa dell’Alleanza atlantica c’è “la volontà di continuare a supportare le forze armate” ucraine “nella resistenza eroica, con l’invio di materiale di armamento come abbiamo fatto finora ma anche con gli strumenti previsti dalle sanzioni, che stanno avendo efficacia e stanno mettendo in difficoltà Putin”. La circolare dell’esercito relativa alla situazione internazionale “è normale, ordinaria, credo che non servano le polemiche e che le sorprese sono non tanto comprensibili”. Così il ministro della Difesa Lorenzo Guerini a margine della ministeriale Difesa Nato a Bruxelles. Il documento “dice di focalizzare l’attività esercitativa sulle prime due missioni delle nostre forze armate, cioè la difesa dello Stato e la difesa degli spazi euro atlantici ed euro mediterranei”, ha spiegato Guerini, evidenziando che “è normale che l’attività esercitativa delle forze armate continui tenendo conto anche della contingenza nella quale ci troviamo”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati