EsteriPrimo Piano

Giornata della Memoria, fuori da Auschwitz un raduno di estrema destra

I militanti protestano contro il governo polacco, accusato di ricordare solo gli ebrei

In occasione della Giornata della Memoria un gruppo di militanti di estrema destra si sta radunando all’esterno di Auschwitz. Ogni anno nell’ex campo di sterminio vengono ricordate tutte le vittime del nazifascismo: ebrei, rom e altre minoranze. I militanti dell’estrema destra polacca, però, protestano contro il governo della Polonia accusandolo di ricordare solo le vittime ebree nella Giornata della Memoria. Fuori da Auschwitz si stanno radunando circa 45 persone, che innalzano bandiere della Polonia e cercano di entrare nel campo per deporre una corona. A capeggiarle, l’attivista di estrema destra Piotr Rybak.

Tags

Articoli correlati