EsteriScienza

Ginevra, spariti cordoni ombelicali, denunciata banca staminali: le accuse

Circa 15mila famiglie italiane sarebbero coinvolte nella vicenda

Ginevra – In una banca del sangue del cordone ombelicale, la Cryo-Save di Ginevra, in Svizzera, si è verificata una sparizione anomala di cordoni ombelicali. Nei confronti dell’azienda privata svizzera e dei suoi rispettivi responsabili, è stata depositata una denuncia presso la procura di Ginevra dall’autorità elvetica competente in materia di salute, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

La Cryo-Save disponeva dal 2016 di un’autorizzazione rilasciata dall’UFSP per l’importazione, l’esportazione e la conservazione di cellule staminali ricavate dal sangue del cordone ombelicale. Secondo alcuni indizi, l’azienda svizzera potrebbe aver violato la legge sui trapianti, vale a dire inadempimento degli obblighi di notifica e di cooperazione. Nella vicenda sarebbero coinvolte circa 15mila famiglie italiane.

Tags

Articoli correlati