Esteri

Giappone, un milione di contagi da Covid da inizio pandemia

TOKYO, 07 AGO – Raggiungono la soglia psicologica di un milione i contagi da Covid in Giappone da inizio pandemia, una ascesa che è andata consolidandosi a ritmo allarmante con l’espansione della variante Delta nelle ultime settimane. Il virus è stato individuato nel Paese per la prima volta il 16 gennaio dello scorso anno, quando un uomo di circa trenta anni, residente nella prefettura di Kanagawa, era risultato positivo dopo esser tornato da un viaggio nella città cinese di Wuhan, epicentro dell’agente patogeno. Nell’aprile del 2020, subito dopo la dichiarazione del primo stato di emergenza, in Giappone il numero delle infezioni superava quota 10 mila. Esattamente un anno dopo le positività sono salite a 500 mila durante la quarta ondata, con la diffusione della variante inglese. Una cifra che è schizzata a un milione nei quattro mesi successivi, fino ad oggi. Quella che oggi viene riconosciuta come la quinta ondata del virus ha iniziato a espandersi in giugno tramite la variante Delta, diffondendosi prevalentemente nella capitale e le regioni vicine. Solo negli ultimi 9 giorni sono stati segnalati oltre 100 mila casi di coronavirus. Ad oggi, il numero dei casi da inizio pandemia a Tokyo si assesta a 236.138, quasi un quarto del totale nazionale. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati