Esteri

Gb: petizione contro il cavalierato a Blair, oltre 200mila firme

ROMA, 02 GEN – Sono oltre 230.000 le firme raccolte da una petizione su Change.org per togliere all’ex premier britannico Tony Blair il titolo di Cavaliere dell’ordine della Giarrettiera, il più alto grado di cavalierato del Regno Unito. Lo riportano i media britannici. Il promotore della petizione, Angus Scott ha accusato Blair di crimini di guerra” in Iraq e Afghanistan. L’ex primo ministro, 68 anni, è stato aspramente contestato per la decisione di portare la Gran Bretagna in guerra nel 2003 a fianco degli Stati Uniti di George Bush contro il regime di Saddam Hussein. Nel 2016 l’inchiesta Chilcot del 2016 ha stabilito che la missione in Iraq è iniziata sulla base di informazioni di intelligence “presentate con una certezza non giustificata” e prima che le opzioni diplomatiche fossero esaurite. Molte le madri di soldati britannici morti in guerra che hanno protestato contro il riconoscimento. Carol Valentine, ha dichiarato al Mirror che il cavalierato a Blair è “l’offesa definitiva” dopo che suo figlio Simon è stato ucciso mentre era in missione in Afghanistan nel 2009. Hazel Hunt, un’altra madre di un soldato morto in Afghanistan, ha detto che sta pensando di restituire la Elizabeth Cross in segno di protesta. Caroline Whitaker, il cui figlio Gareth fu ucciso da un ufficiale di polizia afghano nel 2012, ha detto di sentirsi presa in giro. Forte anche la reazione su Twitter dove c’è chi chiede che Blair sia portato al tribunale dell’Aja per i crimini internazionali. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati