Esteri

Gaza, sale la tensione: razzi verso Israele, che uccide un capo della Jihad

Un leader militare della Jihad Islamica è stato ucciso nella notte insieme alla moglie

Torna a salire la tensione a Gaza: questa mattina decine di razzi sono stati sparati in direzione di Israele e in una vasta area del sud del Paese sono risuonate le sirene di allarme. Migliaia di persone hanno avuto ordine di restare nelle immediate vicinanze di rifugi e di stanze protette nei loro appartamenti, per proteggersi dai razzi.

Un’atmosfera di massima allerta si avverte anche nella Striscia di Gaza in seguito alla uccisione da parte di Israele di un leader militare della Jihad Islamica, Baha Abu al-Ata. Israele ha affermato di aver ucciso l’uomo nella notte: «La sua abitazione è stata attaccata in una operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti», afferma un comunicato militare  Assieme con lui è rimasta uccisa anche la moglie e due vicini di casa, nel rione Sajaya di Gaza, sono rimasti feriti. Da alcune ore dai minareti delle moschee sono rilanciate invocazioni alla vendetta e nella zona è stato subito elevato lo stato di allerta.

 

Tags

Articoli correlati