Esteri

G7, Gb annuncia 15 miliardi per l’occupazione femminile

LONDRA, 03 MAG – Un impegno da 15 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni per sostenere il rilancio dell’occupazione e dell’imprenditoria femminile nei Paesi in via di sviluppo dopo i contraccolpi dell’emergenza Covid; nonché iniziative in appoggio al programma globale avviato per garantire nello stesso arco di tempo l’accesso alle scuole a 40 milioni di bambine e ragazze e l’alfabetizzazione di altre 20 milioni oltre che per aiutare l’emancipazione e l’educazione delle donne e contrastare le violenze di genere. E’ il pacchetto di promesse messo sul tavolo dalla presidenza britannica del G7 fra i vari dossier del vertice dei ministri degli Esteri ospitato fino a mercoledì 5 a Londra. “Quest’anno, mentre avviamo una ricostruzione in meglio dopo la pandemia, il Regno Unito intende mettere i i diritti delle donne e delle ragazze al centro della presidenza del G7, in unione con i Paesi che condividono i nostro valori”; ha sottolineato il padrone di casa, Dominic Raab, in una nota diffusa dal Foreign Office. Il summit prevede due sessioni ufficiali, domani e mercoledì, precedute da una cena informale di benvenuto nella quale il ministro degli Esteri del governo di Boris Johnson accoglierà stasera i sei colleghi (inclusi Antony Blinken per gli Usa e Luigi Di Maio per l’Italia), nonché il capo della diplomazia Ue, Josep Borrell, per un primo confronto dedicato all’Iran e alla questione nucleare. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati