Esteri

Francia: socialisti eleggono segretario e partito si spacca

PARIGI, 20 GEN – Vittoria di Olivier Faure di misura, accuse di irregolarità da parte dell’avversario sconfitto, Nicolas Mayer-Rossignol, e l’elezione del segretario del Partito socialista francese finisce nel caos. La crisi è ormai aperta nel partito, che è crollato nelle preferenze dei francesi negli ultimi anni ed ha perso la leadership della gauche a vantaggio de La France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon. Questa mattina un comunicato della direzione ha proclamato la vittoria del segretario uscente, Faure, con il 50,83% (12.076 voti), appena 393 preferenze in più dello sfidante, il sindaco di Rouen, Mayer-Rossignol (49,17%, 11.683 voti). Quest’ultimo ha subito contestato la vittoria di Faure rivendicando a sua volta la maggioranza dei voti in una videoconferenza stampa al fianco della sindaca di Parigi, Anne Hidalgo. Mayer-Rossignol contesta ben un migliaio di voti e promette di “andare fino in fondo e sfruttare tutte le possibilità” per far valere i propri diritti, fino al tribunale ordinario. La soluzione più probabile appare un nuovo conteggio dei voti. Intanto, il partito appare spaccato in due, fra sostenitori dell’uno e dell’altro candidato: “quello che sta succedendo è grave, gravissimo – ha detto la Hidalgo – nessuna democrazia può funzionare con l’autoproclamazione”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati