Esteri

Etiopia: direttore generale Oms, conflitto dolore personale

ROMA, 29 DIC – Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha parlato del suo “dolore personale” per l’aggravarsi del conflitto nel proprio Paese d’origine, l’Etiopia. In una conferenza stampa dell’Oms tenutasi ieri, Tedros ha detto di non sapere dove si trovassero molti dei suoi familiari, tra i quali il fratello minore. “Il 2020 è stato molto difficile per me perché il mio Paese è in difficoltà. Il mio Paese, l’Etiopia, è in difficoltà e la guerra devastante che sta accadendo nella mia regione di origine del Tigrè…Ho molti parenti lì, incluso mio fratello minore, non so dove siano, non ho comunicato con loro”, ha affermato Tedros. “Come se il Covid non bastasse, ho anche questo dolore personale. Sono preoccupato per il mio Paese”, ha aggiunto. L’esercito etiope ha accusato il mese scorso Ghebreyesus di aver tentato di procurarsi armi per il Fronte di liberazione del popolo dei Tigrè (Tplf), ex partito di governo locale contro il quale il primo ministro etiope, Abiy Ahmed, ha sferrato il 4 novembre un’offensiva militare nello Stato regionale del Tigrè dopo mesi di tensioni tra il governo federale e tigrino. Il direttore generale dell’Oms, nel governo federale etiope quando era guidato dal Tplf, ha negato le accuse. Le forze governative etiopi hanno preso il controllo della capitale del Tigrè, Makallè, lo scorso 28 novembre, ma l’accesso e le telecomunicazioni nella regione rimangono limitati. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati