Esteri

Emiliano Sala, il pilota dell’aereo precipitato non poteva volare di notte

Il pilota era daltonico

Il pilota dell’aereo su cui viaggiava il calciatore argentino Emiliano Sala e che si è schiantato sulla Manica lo scorso 21 gennaio non aveva l’autorizzazione a volar di notte. Lo rivela la Bbc.

Secondo le fonti David Ibbotson era daltonico, una caratteristica che comporta alcune restrizioni, tra le quali il permesso a volare solo di giorno. “Il daltonismo non consente ad un pilota di prendere la licenza per volare di notte perchè riuscire a distinguere tra luci rosse e verdi al buio è fondamentale per poterlo fare”, ha spiegato una fonte alla Bbc.

L’ente per l’aviazione civile britannico non ha voluto commentare la rivelazione, mentre l’Air Accidents Investigation Branch che sta indagando sull’incidente ha sottolineato che le licenze “continuano ad essere al centro dell’investigazione”. D’altra parte, qualche settimana fa era emerso che Ibbotson, 59 anni, aveva una licenza per il volo privato in Gran Bretagna e negli Stati Uniti ma che non gli consentiva di trasportare passeggeri nell’Unione europea.

Tags

Articoli correlati