Esteri

E’ un programmatore indiano acquirente crypto arte da record

MUMBAI, 19 MAR – E’ un imprenditore informatico indiano il misterioso acquirente che la settimana scorsa ha speso la cifra record di quasi 70 milioni di dollari per la prima opera digitale di crypto art venduta all’asta. Vignesh Sundaresan, programmatore specializzato nel blockchain, ha sborsato 69,3 milioni di dollari (compresi i diritti d’asta) per ‘The Last 5000 Days’, un monumentale file JPG: e lo ha fatto, come lui stesso ha rivelato ieri in un blog, per “dimostrare agli indiani e alla gente di colore che anche loro possono essere mecenati” delle arti. La vendita dell’opera – realizzata dal 39enne illustratore del Wisconsin Mike Winkelmann, in arte Beeple – è stata seguita online giovedì scorso da circa 22 milioni di persone sul sito della Christies: Sundaresan, sotto lo pseudonimo di Metakovan, ha battuto sul filo dei secondi il tycoon dei bitcoin Justin Sun, che inizialmente si pensava fosse stato l’acquirente. L’opera è interamente digitale: un collage di 5.000 immagini create e postate dal 2007 al 2021 che incorpora scene surreali e disegni di politici come Donald Trump e Mao Tse Tung accanto a personaggi dei cartoni da Topolino ai Pokemon. La vendita segna l’apice della crescente frenesia per i Nft (‘Non fungible token’), una forma di opera digitale registrata su blockchain con un token che verifica il legittimo proprietario e l’autenticità della creazione. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati