EsteriPrimo Piano

Dopo il ministro dell’Interno, Trump silura anche il capo del Secret Service

Secondo fonti dell'amministrazione Trump, l'uscita di scena di Nielsen sarebbe dovuta a una divergenza di idee con il presidente

Donald Trump non si ferma e si appresta a silurare anche Randolph ‘Tex’ Alles, numero uno del Secret Service, l’agenzia federale che si occupa della protezione del presidente e delle alte cariche dello stato. Lo riporta la Cnn citando fonti dell’amministrazione. Il direttore del Secret Service dipende direttamente dal ministro della sicurezza interna, Kirstjen Nielsen a sua volta scaricata nelle ultime ore da Trump.

Secondo fonti dell’amministrazione, Trump voleva estendere la pratica della separazione delle famiglie anche agli immigrati entrati legalmente negli Usa e voleva un parziale shutdown del confine col Messico. La ministra della sicurezza nazionale Kirstjen Nielsen si sarebbe opposta affermando che non era possibile. A quel punto – raccontano fonti vicine alla vicenda alla Cnn – il presidente americano avrebbe risposto “non mi importa!” e avrebbe preso la decisione di licenziare la ministra.

Tags

Articoli correlati