Esteri

Diplomatici russi via da Corea Nord su carrello ferroviario

ROMA, 26 FEB – Un gruppo di diplomatici russi e i loro familiari hanno lasciato la Corea del Nord usando, per l’ultimo tratto del viaggio via terra che li ha portati oltre confine, un carrello ferroviario spinto a mano. Lo scrive la Bbc. Le immagini, diffuse dall’account Telegram del ministero degli Esteri di Mosca, mostrano il gruppo di otto persone e i bagagli a bordo del carrello, spinto sui binari per un chilometro da uno di loro, il terzo segretario della missione Vladislav Sorokin. L’insolito viaggio è stato fatto in larga parte in treno e pullman (32 ore in tutto), causa misure anti-Covid che non permettevano di usare aerei. Ma dal momento che dallo scorso anno i treni non possono passare il confine, i diplomatici si sono arrangiati con il carrello, attraversando il ponte ferroviario sul fiume Tumen che segna la frontiera. “C’è voluto un viaggio lungo e difficile per tornare a casa”, ha scritto il ministero sulla sua pagina Facebook. Personale dello stesso ministero li ha accolti in territorio russo, per poi portarli in pullman a Vladivostok, dove hanno preso un aereo per Mosca. La Corea del Nord afferma di non aver avuto contagi da coronavirus grazie alla chiusura rigida dei confini, ma gli esperti nutrono forti dubbi che questa sia la realtà. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati