Cronaca

Thailandia, ombre sulla morte della modella a Bangkok

Le indagini si stanno concentrando sul giro dello sfruttamento sessuale

Il caso di una modella thailandese di 25 anni trovata morta la settimana scorsa nella lobby di un condominio alla periferia di Bangkok sta catalizzando l’attenzione in Thailandia, gettando luce sul trattamento delle ragazze pagate per intrattenere piccoli gruppi in feste private.

L’ultimo sviluppo è l’arresto di un giovane modello che in un filmato delle telecamere di sicurezza si vede trasportare il corpo della ragazza e lasciarlo su un divano nell’atrio; l’uomo è anche accusato di violenza sessuale.

La prima autopsia sul corpo di Thitima Noraphanpiphat, conosciuta nell’ambiente col soprannome di Lunlabelle, ha rivelato che la ragazza è morta per aver bevuto troppi alcolici. L’accusa di una sua collega sopravvissuta – che si è risvegliata nuda la mattina seguente, dopo aver perso i sensi – è che i partecipanti alla festa abbiano costretto le ragazze a ingurgitare alcol oltre la loro volontà.

Tags

Articoli correlati