Cronaca

Strasburgo, Cherif Chekatt è stato ucciso

Si trovava ancora a Strasburgo, nel suo quartiere

Cherif Chekatt, il 29enne autore dell’attentato commesso nel mercato di Natale a Strasburgo, è stato ucciso dalla polizia francese. Chekatt si trovava ancora a Strasburgo, nello stesso quartiere di Neudorf in cui aveva fatto perdere le tracce in seguito all’attentato.
Secondo alcune testimonianze avrebbe minacciato i poliziotti che poi gli hanno sparato. Era armato di una pistola e di un coltello.

L’Isis ha rivendicato l’attentato di Strasburgo, dopo la diffusione della morte di Chekatt. Lo ha fatto attraverso la sua agenzia di propaganda Amaq, affermando che Cherif Chakatt fosse un soldato dello Stato Islamico che “ha portato avanti l’operazione per vendicare i civili uccisi dalla coalizione internazionale”. Sembra più probabile che, in realtà, l’attacco sia stato ispirato alla propaganda dell’Isis, e che non sia stato direttamente coordinato dai suoi vertici.

Cherif Chekatt è cresciuto in Francia: è nato proprio a Strasburgo nel 1989 in una famiglia di origini nordafricane. Era già noto alle autorità: per diversi crimini era stato condannato in Francia, in Germania e in Svizzera almeno 27 volte. Probabilmente si è radicalizzato in carcere.

Tags

Articoli correlati