Cronaca

Siria, raid governativo: ci sono sette vittime, tra cui alcuni bambini

Bombardata la zona a sud della roccaforte ribelle di Idlib

Nel nord-ovest della Siria ci sono stati alcuni attacchi aerei nella zona a sud della roccaforte ribelle di Idlib: la denuncia arriva da attivisti siriani e da un osservatorio sui conflitti, che specificano che le vittime dei raid sono almeno sette, tra cui ci sono anche alcuni bambini.
L’Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, ha affermato che tre bambini sono stati uccisi oggi nel villaggio di Deir al-Sharqi, nell’area meridionale di Idlib.
Anche l’agenzia di stampa Thiqa, una piattaforma di media gestita da attivisti, ha confermato il numero le vittime. Nei giorni scorsi, sempre più frequenti attacchi aerei e bombardamenti hanno aumentato il numero di vittime civili, mentre il governo siriano, sostenuto dalla Russia, porta avanti un’offensiva di mesi sull’enclave di Idlib. Attacchi aerei ieri hanno ucciso almeno 13 persone, compresi bambini. La roccaforte di Idlib, abitata da 3 milioni di civili e controllata dai ribelli islamici, si trova al confine con la Turchia ed è circondata da aree controllate dalla Turchia e dal governo siriano.

Tags

Articoli correlati