CronacaPrimo Piano

Pioggia di razzi tra Gaza e Israele, un razzo colpisce l’ospedale di Ashkelon

Le vittime israeliane delle violenze sono salite a tre. Otto le vittime palestinesi

Escalation militare sul confine di Gaza che nella notte ha sparato 180 i razzi  contro Israele, numero che sale a circa 430 considerando quelli di ieri. Oggi un razzo ha centrato l’ospedale israeliano di Ashkelon, sulla costa sud di Israele, arrecando danni al suo dipartimento oncologico. Lo riferiscono i media. Una parte di quell’ospedale opera peraltro sotto terra.

Al suo interno i medici hanno tentato di salvare due feriti gravi: un manovale colpito in una fabbrica, ed una donna la cui automobile è stata centrata da un razzo. I due però sono morti per le ferite riportate dopo il lancio di un razzo sulla città meridionale di Ashkelon. Lo scrive Haaretz, sottolineando che le vittime israeliane delle violenze sono salite a tre.

Usa e Italia: “Israele ha diritto all’autodifesa”

Il Dipartimento di Stato degli Usa sostiene “il diritto all’autodifesa di Israele dopo gli attacchi missilistici”. Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi “condanna con fermezza il lancio di razzi verso il territorio israeliano, ribadisce che Israele, al pari di ogni Stato, ha diritto all’autodifesa e rinnova, a nome dell’Italia, un forte appello affinché cessino le aggressioni e le violenze”: è quanto si legge in una nota della Farnesina. Anche il ministro dell’Interno  Matteo Salvini ha espresso con un tweet “solidarietà al primo ministro Benjamin Netanyahu e al popolo israeliano”.

Netanyahu ha convocato il consiglio di sicurezza: sono stati chiusi i valichi con Gaza e vietate le zone di pesca.”Risponderemo con forza e prontezza ad ogni attacco alla sicurezza del nostro popolo”, ha dichiarato il presidente israeliano Reuven Rivlin.

Tags

Articoli correlati