Cronaca

Olanda, scambiava seme donatori con il suo. 49 figli per ex medico fertilità

La verità è venuta a galla grazie a una serie di test del Dna. Jan Karbaat avrebbe confessato prima di morire

Olanda – Storia che ha dell’assurdo quella proveniente dall’Olanda, dove si è scoperto che un ex direttore di una banca dello sperma, morto nel 2017, è il padre biologico di 49 bambini nati con l’inseminazione artificiale. Lo ha annunciato Defence for Children, un’organizzazione che rappresenta i genitori e i bambini al centro dello scandalo. Jan Karbaat, questo il nome del medico ed ex direttore di una clinica per la fertilizzazione, è sospettato di aver utilizzato il suo seme al posto di quello dei donatori scelti dalle famiglie.

La verità è venuta a galla grazie a una serie di test del Dna effettuati in un ospedale di Nimega, che – secondo quanto precisato dall’organizzazione – “hanno confermato che 49 bambini sono discendenti diretti” di Karbaat. “I risultati confermano il grave sospetto che Karbaat utilizzava il proprio sperma nella clinica”.

Lo stesso Karbaat, prima della sua morte avvenuta all’età di 89 anni, avrebbe ammesso di aver avuto una sessantina di figli durante il periodo in cui lavorava nella clinica, la quale ha dovuto chiudere nel 2009 per  dubbie pratiche. I presunti figli dell’uomo, insieme alle loro famiglie, avevano intentato un’azione giudiziaria per ottenere il suo Dna. I loro legali avevano infatti denunciato delle incongruenze nelle somiglianze fra alcuni di questi bambini e i loro supposti donatori.

Tags

Articoli correlati