Cronaca

Migranti: gommone in difficoltà con 90 persone a bordo, in zona c’è una nave della Marina Militare italiana

A bordo 15 bambini che rischiano di morire di ipotermia. Il più piccolo ha solo 9 mesi

La Ong Sea Watch ha lanciato l’allarme: un gommone con a bordo 90 persone è in pericolo al largo delle coste libiche, in acque internazionali. «Nessuno lo soccorre», denuncia la Ong, nonostante sia stato richiesto l’intervento della Marina militare italiana. Un’unità della Marina si troverebbe «a poche decine di miglia», afferma la Sea Watch.
Con il passare delle ore «la situazione sta degenerando», avverte la Ong: il gommone avrebbe anche cominciato a sgonfiarsi e a imbarcare acqua.

Alarm Phone è riuscita a mettersi in contatto con i migranti che si trovano a bordo dell’imbarcazione: «stanno soffrendo e sono in grave pericolo», scrive su Twitter. Ad Alarm Phone, le persone a bordo del gommone hanno spiegato che ci sono anche 15 bambini in pericolo, il più piccolo ha solo nove mesi. I migranti hanno paura che i bambini muoiano di ipotermia e li hanno spostati nel lato dove c’è meno acqua. Ci sono inoltre 20 donne, tra cui una incinta che sta male. «Non lasciateli morire», chiede.

 

  • Aggiornamento delle 09:20

Una bimba di cinque anni è morta a bordo del gommone. I migranti riferiscono di riuscire a vedere una nave in lontananza: secondo Alarm Phone è probabile che sia una nave della Marina militare italiana.

Tags

Articoli correlati